Il libro Semitica V contiene una indagine approfondita di tutti i termini sardi relativi alla sacralità. L’intenso lavoro di scavo ha consentito di dare il vero nome ai monumenti antichi (quelli noti come nuraghes, perdas fittas, tombe di giganti, domus de janas), svelandone la reale funzione. Inoltre ha svelato totalmente il sistema usato dai preti bizantini durante i “secoli bui” per distruggere e desacralizzare ogni fenomeno della religione seguita dai Sardi sino al VI secolo dopo Cristo. Una indagine mirata ha interessato anche i Carnevali della Sardegna, che si manifestano come arcaici riti ctonii mirati alla rinascita della natura.

Share